MyAir e la conversazione che non c’è

marzo 30, 2008 § 5 commenti

 myairmypiu.jpg

Marco Formento racconta le sue spiacevoli esperienze con MyAir.

Maurizio Goetz lamenta disservizi con un negozio della catena Wellcome.

Nicola Mattina vive un confronto sconcertante con l’agenzia PR della Nokia.

Alessio Jacona critica un blog tematico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Sono solo alcuni esempi, presi in Rete negli ultimi giorni.

Le aziende non sanno conversare. Le aziende non amano farlo. Spesso si improvvisano. I brand/enti citati qui sopra raramente hanno risposto alle critiche/osservazioni dei giornalisti/blogger/utenti.

Si fa un gran parlare di social network, di comunicazione 2.0, di evoluzione nell’approccio con i clienti. Dimenticando le basi. Quello che qui manca è l’ABC del marketing. Prima di vendere un progetto di comunicazione, innovativo o tradizionale che sia, ad un’azienda cerchiamo di ascoltarla. Parliamo con l’AD ma anche con il magazziniere.

Perchè la comunicazione, 2.0 o 1.0 o doppiozero che sia, è un’opportunità. Che si può cogliere o no. La Rete e i network sociali sono utili nella misura in cui si adotti un approccio coerente. Qualcuno potrebbe parlare male di noi – mi sento dire spesso dalle aziende. E io penso: se quello che dice la gente è giusto, allora questa è un’opportunità per imparare e migliorare. Se quello che dice la gente è falso, allora avremo l’opportunità di rispondere e precisare la vera versione dei fatti.

Intanto sul post di Marco Formento (quello fortemente critico nei confronti di MyAir) l’area dei commenti è tristemente vuota: perchè nessuno dell’azienda (che io sappia) ha reagito? Spiegando/giustificando i problemi? Perchè non gli hanno offerto di provare gratis alcune tratte o alcuni servizi? Perchè non hanno snocciolato cifre e statistiche che contrastano la visione totalmente negativa di Formento? Perchè – se veramente il servizio ha talvolta perso colpi e causato disagi e problemi ai viaggiatori – non hanno fatto un “mea culpa” pubblico annunciando miglioramenti/implementazioni/cambi di rotta/poltrona? Il problema, peraltro, non sembra essere stato solo di Marco …

Torna Glob, l’Osceno del Villaggio

marzo 29, 2008 § 2 commenti

glob_logo.gif 

Finalmente il 4 aprile ritorna on air un programma TV intelligente (no, non è sempre un ossimoro…) fatto da una persona intelligente: si tratta di Glob, l’Osceno del Villaggio, condotto dal bravo Enrico Bertolino.

Si parlerà di comunicazione.

Con l’aiuto di bloggers, giornalisti, musicisti e scrittori, comici e personaggi televisivi, Enrico Bertolino analizza i fenomeni mediatici più interessanti dei cinque continenti: dai programmi televisivi più innovativi alle campagne pubblicitarie, dalla divulgazione scientifica al bon ton nei salotti televisivi, dalla galassia internet agli archivi Rai, senza tralasciare la stampa nostrana e quella internazionale, decifrando i messaggi ambigui che rischiano di deformare la realtà producendo esiti comici e paradossali e – col contributo settimanale di Blob di Enrico Ghezzi  e del suo sguardo irriverente sulla tv italiana – assieme al pubblico straniero in studio, accompagna in una ironica e puntuale analisi di tutto ciò che fa comunicazione, attraverso interviste, schede di approfondimento e rubriche settimanali.

Il programma si apre anche ai contenuti generati dagli utenti: nella sezione YouGlob è possibile caricare il proprio spot elettorale. Dopo avere visto (via negroski) il video I’m PD, si avverte vieppiù il bisogno di veri “spot fasulli”…

E’ morto Capitan Findus

marzo 21, 2008 § Lascia un commento

 roulin.jpg

Via Negroski scopro che è morto Capitan Findus.

Un’icona della pubblicità se ne è andatta.

L’attore inglese John Hewer aveva interpretato l’ilare e rassicurante capitano dei bastoncini di pesce dal 1967 al 1998.

Nell’immagine, il postino Roulin di Van Gogh che me lo ha sempre ricordato.

Blogmetrics: monitoraggio on line della reputazione di politici e partiti

marzo 20, 2008 § 1 commento

parlamento.gif

eXtrapola lancia un nuovo servizio di monitoraggio on line: si tratta di Blogmetrics/Politica On Line, che consentirà a personaggi politici e partiti di tenere sotto controllo quanto viene detto di loro su internet.

Un modo innovativo (quantomeno in Italia…) di misurare il sentiment dell’elettorato. Blogmetrics consentirà di capire come viene percepita la comunicazione politica da parte dell’elettorato e quali sono le posizioni sui temi politici di maggiore attualità.

“Blogmetrics/Politica Online – afferma Stefano Marioni, presidente di eXtrapola –  si basa sull’analisi qualitativa di una grande mole di informazione online che raccogliamo dopo un’attenta selezione delle fonti più autorevoli. Siamo in grado di cogliere in modo oggettivo le determinanti della comunicazione nel loro reale peso e significato: la classifica del numero di occorrenze sul singolo partito o candidato premier; i temi generali con i lemmi caratteristici ed aree semantiche, quindi temi rilevanti, in percentuale sul totale; gli avversari politici e la classifica del numero di occorrenze e temi associati a questi”.

Giunti Labs acquisisce HarvestRoad

marzo 20, 2008 § Lascia un commento

hr-logo.jpg

Giunti Labs acquisisce gli asset di uno dei suoi principali competitor internazionali (il brand australiano HarvestRoad) e si espande così anche nella regione Asia-Pacifico.

Notizia interessante per due ordini di motivi: 1. nel mondo dell’eLearning e del content management Giunti Labs e HarvesRoad sono due attori di primo piano … è come se Microsoft riuscisse finalmente ad acquisire Yahoo; 2. notevole che un’azienda italiana si espanda con questa sicurezza sui mercati esteri, esportando quindi eccellenza e smentendo tutti i gufi e le voci sfasciste e rassegnate di tanta parte dell’opinione pubblica.

Giunti Labs, grazie a questa acquisizione, amplia la propria offerta sul piano del content management e soprattutto incorpora una soluzione in grado di gestire la documentazione tecnica a supporto di attività di progettazione e manutenzione di impianti complessi (in campo aeronautico, spazio, difesa, energia, utilities).

Qui il testo completo del comunicato.

Zang Tumb Tumb

marzo 16, 2008 § Lascia un commento

 futurismo.jpg

Basta musichette snervanti a corollario di spot insensati, basta “più bianco non si può” e “prendi 3 paghi 2″.

Basta sorrisi stereotipi, idiozie pubblicitarie, luoghi comunissimi, famiglie felici, cani scodinzolanti, mulini bianchi e case nella prateria.

Basta paternalismo, patriottismo, buonismo …

Ogni tanto mi piacerebbe sentire risuonare qualche parola in libertà nel tristo campionario della pubblicità italica. Qualche concetto non scontatto. Qualche Idea degna di questo nome. Un atteggiamento più coraggioso. La voglia di fare e di stupire. Di colpire l’audience, non di ammorbarla…

Zang Tumb Tumb!

La giornata mondiale del consumatore

marzo 14, 2008 § Lascia un commento

 consumatore.jpg

Domani è la giornata mondiale del consumatore.

Il consumatore: amato-odiato-corteggiato, meta e destinatario ultmo di tutti i nostri pensieri, di tutti i nostri sforzi…

 Questa ricorrenza trae origine da un discorso che, il 15 marzo del 1962, il Presidende John Fitzgerald Kennedy pronunciò davanti al Congresso americano.

In quell’occasione il presidente Kennedy indicò per la prima volta i quattro diritti fondamentali dei consumatori:
– il diritto alla sicurezza dei prodotti;
– il diritto ad una informazione completa;
– il diritto ad una libera scelta;
– il diritto ad essere ascoltati.

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per marzo, 2008 su Marchètting.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 47 follower