Games Convention 2008

agosto 28, 2008 § Lascia un commento

La Germania non è solo salsicce e birra: dal 20 al 24 agosto si è tenuta infatti la Games Convention di Lipsia, ormai la fiera videogame più importante al mondo, ben divisa tra parte consumer con deliranti padiglioni pieni di fumi e raggi laser e parte business, con tranquilli uffici chiusi al pubblico nei quali fare affari.

NITHO aveva due stand, sia nella parte chiassosa che in quella tranquilla. Un’ottima fiera. Il blog ha sofferto per la mancanza di post in quanto si è trattato dell’evento europeo più importante.

Ottime possibilità di espandere il business, in gran parte attualmente concentrato al Sud Europa, anche al Nord. Il Grande Nord, la Germania, il BeNeLux, la Russia. Si va. Il mercato della cosiddetta “nuova generazione” sta maturando, credo non sia ancora alla fase di picco. Mancano ancora molte macchine installate (leggi Ps3, Wii in primis) per poter generare un mercato davvero di massa per gli accessori gaming non originali, che sono il pane di NITHO. Ma si va.

Non sono stato impressionato (e lo dico immodestamente) dalle proposte della concorrenza. Al limite mi ha turbato il volume da rave party dello stand di Hama (produttore tedesco di periferiche) di fronte al nostro. Nessuna grande novità da MadCatz-Saitek (ora “fuse” insieme), da Thrustmaster, da Speed Link. Il nostro catalogo (per l’occasione focalizzato solo su prodotti TOP e originali) è ben costruito: fortissimo su Ds Lite e Wii, con tecnologia a basso costo per Ps3 e PSP Slim. Un’offerta forte, di rottura su molti codici. Prezzi che fanno gola. Qualità e stile italiani.

Da segnalare il ristorante italiano del centro di Halle (periferia di Lipsia), la spietata organizzazione dei nostri colleghi/agenti tedeschi, il cattivo gusto della moda germanica, le salsicce a colazione, le maracas per Wii, il maniacale rispetto delle distanze di sicurezza e dei limiti di velocità sulle autostrade, l’utilizzo delle frecce direzionali da parte degli automobilisti tedeschi, la pioggia fredda e la nebbia al 20 di agosto, la mancata partecipazione di Nintendo alla fiera.

Il consumatore digitale

agosto 4, 2008 § Lascia un commento

Un pò di tempo fa leggevo un intervento di Michele Ficara Manganelli, presidente di Assodigitale, su MyMarketing.Net in cui stigmatizzava una certa sonnolenza dei pubblicitari restii ad accogliere le sfide e le esigenze che il “consumatore digitale” ormai manifesta.

Il consumatore digitale, che Michele definisce un alieno ormai atterrato da tempo sul nostro pianeta, non è più un’entità astratta, un concetto libresco, un topos letterario che vive solo nelle slide dei consulenti e degli stakeholder alle conferenze: è vivo, vegeto, dinamico, attivissimo.

Il consumatore digitale siamo anche noi. Pensate a come sono cambiate le nostre attitudini e le abitudini di acquisto negli ultimi 5/10 anni. Pensate al ruolo sempre più formativo/informativo che la Rete incarna e rappresenta. Pensate a come acquistavate anche solo pochi anni fa e a come vi ponete ora di fronte ad un Brand, ad una decisione di acquisto, ad una transazione.

Il consumatore digitale è più avvertito, più informato. Meno influenzabile. meno “bovino” e senza paraocchi. Una Marca che voglia oggi lanciarsi sul mercato non può più prescindere dall’utilizzo di internet. Che non è – come molti pensano – uno strumento solo informativo. E’ un modo di essere, di vivere: è un mondo, è un’opportunità, è una piazza … e come ogni piazza ha i suoi frequentatori, i disturbatori, lo Scemo del Villaggio … anche qui – anche se non si tratta di un paese piccolo – la gente “mormora”, anzi conversa … è nella conversazione la radice e la sostanza che guida il consumatore digitale a rapportarsi con le Marche. Possiamo fare finta di essere sordi o – con umiltà e preparazione – iniziare ad ascoltare…

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per agosto, 2008 su Marchètting.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 47 follower