La comunicazione interna in ambito immobiliare

aprile 5, 2011 § Lascia un commento

Ne parlo QUI su Immobiliare.com.

[immagine da creareonline.it]

Natività digitale

dicembre 22, 2010 § 1 commento

Anatomy of Buzz

dicembre 6, 2010 § Lascia un commento

In ogni società un piccolo numero di persone influenza le opinioni di tutti gli altri che li circondano. Alcuni “infuenti” sono riconoscibili, come i politici o i capi delle grandi aziende, ma altri sono gente normale con una personalità o un modo di comunicare particolare.

Svariati libri (tra cui The Influentials, The Tipping Point e Anatomy of Buzz) descrivono come la memetica possa portare la ricerche di mercato a un nuovo livello. Gli “influenti”, detti anche opinion leader, adesso vengono individuati con successo per diventare, consapevolmente o no, portatori di messaggi pubblicitari.

La società di ricerca Roper ASW dichiara: “Gli influenti sono così ben inseriti che sono i primi a venire a conoscenza di molte cose, e successivamente ne parlano ad altri. Sono i più grandin generatori di passaparola nella nostra società.”

Da Sappiamo cosa vuoi, M. Howard, Minimum Fax, 2005

[immagine da isayblog.com]

Personal Networks Vs Social Networks?

novembre 19, 2010 § Lascia un commento

Via Luca De Biase scopro dell’esistenza di Path, il nuovo “personal network”.

In pratica, un posto dove archiviare e condividere materiali (foto, per lo più), “riservato” a 50 contatti. Non di più. In sostanza, la persone che ci sono più vicine e con le quali non avremmo problemi a visualizzare/discorrere anche di cose – appunto – personali. Uno spazio “intimo”, tutto nostro.

E proprio in questi giorni circola in Rete la proposta semi-seria di Marco Camisani Calzolari che – con il suo “Socialsalvin” – mette in guardia le aziende (e gli utenti in genere) dal “regalare” contatti (e dati sensibili) ai principali social network, Facebook su tutti.

Crisi della socialità mediatica? Reazione fisiologica? Personalmente – e bonariamente – credo che occorra sempre usare gli strumenti che la tecnologia ci offre piuttosto che farci usare dagli stessi. Prendere il meglio, con occhio avveduto e responsabile. Una specie di canottiera mediale contro i raffreddori da abuso di social network…

Marketing biathlon

marzo 26, 2010 § 1 commento

Fenomenologia del passaparola

agosto 27, 2009 § 3 commenti

rumor

Due psicologi dell’Università di Harvard – Gordon W. Allport e Leo Postman – hanno studiato le dicerie che si sviluppano in tempo di guerra, e hanno ricavato una formula matematica che illustra come un’idea passa da una persona all’altra.

Nel 1947 hanno pubblicato le loro scoperte in un libro: The Psychology of Rumour” (La psicologia della diceria). Questa formula potrebbe spiegare come fanno alcuni messaggi a diffondersi così rapidamente, e rivela anche come una notizia può contagiare tutti senza necessariamente essere vera.

R = i x a

Raggio d’azione = importanza x ambiguità

R” è il raggio d’azione del messaggio

i” è l’importanza del messaggio (avrà effetto sulla mia vita? La migliorerà?)

a” è il livello di ambiguità del messaggio (è una cosa nuova o inusuale?)

Da Sappiamo cosa vuoi, M. Howard, Minimum Fax, 2005

Dalla Prima Lettera di Gianluca ai Markettari

dicembre 12, 2008 § Lascia un commento

Il marketing è morto in quanto sono esaurite le due condizioni che lo nutrivano: primo, che le persone non potessero parlare facilmente e direttamente tra loro, secondo, che il canale di trasmissione fosse concentrato, semplie e direttamente controllabile.

Da “[mini]marketing – 91 discutibili tesi per un marketing diverso”

minimarketing-cover-h300

Lucidissimo. Qualcuno lo sta già adottando come testo scolastico. Io lo stamperò e ne dispenserò piccole dosi centellinate a clienti e partner commerciali per evitare reazioni allergiche di grande portata.

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria comunicazione interna su Marchètting.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 52 follower