“We accept the reality of the world with which we are presented.”

maggio 2, 2011 § Lascia un commento

Immagine presa da QUI

Marketing immobiliare e social network

aprile 18, 2011 § Lascia un commento

Internet è divenuto uno strumento sempre più importante e pervasivo nelle nostre vite, ed è stato utilizzato anche per fare promozione e marketing. Da qualche anno sono cambiati i paradigmi che lo regolano, e siamo passati – per usare un termine anche troppo “inflazionato” – al cosiddetto web 2.0. Vediamo se questo nuovo modo di concepire la Grande Rete ci può aiutare a migliorare il nostro posizionamento sul mercato. Ne parlo QUI.

Il decalogo della web credibility

marzo 25, 2011 § Lascia un commento

Oggi ho deciso di riesumare un mio vecchio pezzo comparso su Italia Oggi (giugno 2004), si parla di web credibility e captologia.

Il Corriere della Sera di venerdì 19 marzo riportava la vicenda del blog di “Belle de jour”, presunta squillo inglese la cui vera identità (si tratta della giornalista-scrittrice inglese Sarah Champion) è stata svelata da un professore del Vassar College di New York, Don Foster. Appassionato cacciatore di ghostwriter, Foster ha smontato tutta la messinscena avvalendosi delle stesse armi usati dalla sagace finta prostituta: attraverso “google”(!), infatti, ha inserito alcune frasi ed espressioni tipiche della “Belle de Jour” per risalire allo stile della Champion.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Più smartphone che computer, cambiano i linguaggi digitali

marzo 24, 2011 § Lascia un commento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo sostiene Donald A. Norman in questa interessante intervista su Corriere.it.

La strada è tracciata, dice il noto designer e psicologo. Esprimendo un elogio alla complessità, che non è male in sè quando fa rima con comprensibilità.

Il marketing immobiliare, questo (s)conosciuto

marzo 18, 2011 § Lascia un commento

Il marketing immobiliare – volenti o nolenti – è ormai una realtà. Il settore ha capito che, per stare nel mercato, occorre mettere in atto delle precise strategie di marketing. Altrimenti si è fuori. Nonostante le crisi di “rigetto”, gli operatori stanno lentamente ma inesorabilmente sviluppando una vera cultura d’impresa.

La crisi ha contribuito a questo sviluppo: solo gli operatori aggiornati e “moderni” avranno la possibilità di superare il momento problematico.

Di queste e altre tematiche parlo (con buon senso) su Immobiliare.com, qui una riflessione sull’ufficio stampa immobiliare.

A Firenze si viaggia sul bus col cellulare

marzo 18, 2011 § Lascia un commento

Si parla di Mobile Payment, ma dove sono i casi reali?? Eccone uno! Che funziona! … “Vuoi pagare un parcheggio o prendere l’autobus al volo, ma non trovi una rivendita nelle vicinanze?”. Oggi è possibile farlo con un telefono cellulare e una carta di pagamento grazie a Bemoov, il sistema interoperabile e multi-servizio di acquisto e pagamento mobile presentato a dicembre da Movincom, il Consorzio nazionale di esercenti interessati a sviluppare il mobile come canale di pagamento.
Con Bemoov è possibile acquistare e pagare in mobilità numerosi beni e servizi in tutta Italia: oltre ai biglietti di trasporto urbano e interurbano ed alla sosta e parcheggio, anche skipass, ticket per l’entrata a teatri, musei, concerti ed eventi, soggiorni in hotel in tutta Italia, pagamento alla consegna di generi alimentari, l’assicurazione per la propria attività sportiva e molto altro.

Il cliente che intende effettuare acquisti in mobilità dovrà – semplicemente – inviare un SMS o utilizzare la specifica applicazione che ciascun esercente rende disponibile, per poter ricevere il bene o il servizio desiderato. L’estrema semplicità della modalità di pagamento, che salvaguarda la sicurezza, è basata su una preventiva (e unica) registrazione web a cura del cliente sui canali del proprio operatore di pagamento, che consente di associare la carta di pagamento (circuito VISA e MasterCard) al telefono cellulare.
A seguito della registrazione, il cliente potrà quindi effettuare gli acquisti presso tutti gli esercenti del network, attuali e futuri, senza mai inserire dati sensibili della propria carta e con un unico codice di sicurezza personale valido per tutte le applicazioni.
Il download delle applicazioni è attivabile tramite il portale http://www.bemoov.it, dai siti web degli esercenti e presto anche dagli application store dei produttori partner (Nokia, Samsung e Sony Ericsson), nonché su App Store ed Android Market.

Ataf (Azienda Trasporti Area Fiorentina) e Firenze Parcheggi, soci del Consorzio Movincom, hanno attivato il servizio integrato di mobile ticketing sulla città di Firenze, anche grazie all’importante supporto di Telecom Italia che, in virtù di un accordo siglato con Ataf e Firenze Parcheggi, ha messo a disposizione tutte le infrastrutture tecnologiche e applicative (queste ultime fornite da Ubiquity – partner Telecom), necessarie per gestire la bigliettazione via cellulare.

[immagine da Canino.info]

Stay hungry. Stay foolish.

gennaio 19, 2011 § Lascia un commento

Steve Jobs sta di nuovo male. Ieri, rivedendo il discorso “storico” tenuto a Stanford nel 2006 ad un gruppo di laureandi (qui nell’ottima traduzione italiana di Antonio Dini), ho ritrovato questi concetti e l’invito del magnate di Apple a non accontentarsi, ad essere “curiosi” e “folli”.

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria management su Marchètting.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 52 follower