Mutatis mutandis

aprile 19, 2013 § 3 commenti

mutanda

Funziona così: ti logghi ad un sito, scegli il tipo di messaggio, poi l’azienda ti spedisce a casa 7 paia di mutande da uomo (gratis) contenenti un inserzione pubblicitaria.

Succede in Giappone.

L’iniziativa si chiama Free-Pants e sta spopolando.

Su Facebook arrivano richieste dai quattro angoli del globo…

Tempo fa parlammo di un racconto di Promo Levi – In fronte scritto - che racconta situazioni similari…

Omaggio al Fellini “pubblicitario”

gennaio 20, 2012 § Lascia un commento

Ricorrono oggi i 94 anni dalla nascita di Federico Fellini, artista che personalmente amo molto…c’è anche un bel Doodle a ricordarcelo. Fellini che produsse anche spot pubblicitari (famoso quello Barilla…”Rigatoni!”), qui lo celebro nostalgicamente con quello realizzato per Campari, con Silvia Dionisio e Viktor Poletti…atmosfere tipiche, musiche solite, sogno, caricatura…

Vintage advertising

dicembre 20, 2010 § 2 commenti

Quanta tenerezza in questa headline d’antàn…

Il labirinto femminile

dicembre 15, 2010 § 2 commenti

Ho un solo grande dubbio relativo a questo prodotto pubblicitario: che cos’è lo “strategismo sentimentale”?

A IAB Forum 2010 tra pubblicità on line e mobile

novembre 8, 2010 § Lascia un commento

Non così deficitiari i dati che arrivano da IAB Forum 2010 sulla pubblicità on line: gli investimenti si attestano attorno al miliardo di euro, +15% sullo scorso anno (e parliamo solo di pubblicità “visuale”).

Con forecast a + 27%.

L’Italia resta fanalino di cosa. Gli investitori italiani “on line” sono l’11% del totale generale. Si tratta di un mercato molto concentrato, l’1.3% dei player genera l’80% del fatturato.

Ci si sposta sempre più su mobile. E a proposito di “mobile finance”, Ubiquity ha rilasciato un’anteprima del primo Rapporto UbiquityLAB sull’argomento. Riassumendo:

-intanto giova ricordare che la ricerca si basa sui volumi di sms generati dalle 17 più importanti banche italiane, tutte clienti di Ubiquity
-nei primi 9 mesi del 2009 il volume degli sms generati dalle banche è aumentato del 40% (su stesso periodo 2009)
-su questi sms, la stragrande maggioranza è quella legata alle carte di pagamento (75% del totale, con crescita del 34%). Gli SMS legati ai conti correnti sono aumentati del 78% (sempre più gli utenti usano questi strumenti nei loro rapporti con la banca. Strumento sempre più pervasivo)
-i servizi di “caring e service” sono aumentati del 55% (questo dimostra l’attenzione alla sicurezza da parte degli utenti)
-più lenta la crescita dei servizi di “trading” (solo + 11%), servizi per i quali la piattaforma SMS verrà sempre più affiancata dal paradigma delle applicazioni mobile per smartphone (iPhone, Android, ecc.) e per tablet (iPad, Galaxy Tab, ecc.)
-il Rapporto fornisce anche una previsione di chiusura 2010, ipotizzando una crescita – rispetto al 2009 – del 40% dei volumi di SMS inviati dal campione di banche Italiane monitorato ai propri correntisti per un totale di circa 180 milioni di SMS

Il comunicato stampa bonsai

settembre 23, 2008 § Lascia un commento

“Lamborghini svela il primo dettaglio della novità di Parigi”, questo il comunicato stampa che diversi giornalisti hanno ricevuto pochi giorni fa, unitamente ad una foto di un dettaglio di marmitta.

Un vero comunicato stampa bonsai. Con tanto di foto “misteriosa”.

Un comunicato stampa deve restare un comunicato stampa. Deve informare. Dire delle cose. Non suggerire. Altrimenti si sconfina nell’advertising. Nella presa in giro, come qualcuno ha detto. A ciascuno il suo mestiere.

ADVistato – Fiat 500

aprile 30, 2008 § 2 commenti

Il blog Marchetting si arricchisce di una nuova “redattrice”, Fraaaa, studiosa di design e comunicazione, amante dell’arancione e delle moto, che scoverà e commenterà per noi nuove campagne pubblicitarie e produrrà adeguate riflessioni sul patinato mondo del marketing.

Benvenuti alla nuova rubrica dedicata alla comunicazione che ogni giorno vediamo in televisione, sui giornali o semplicemente per strada.

Ovviamente questa rubrica non ha la pretesa di essere una cosa troppo seria, ma esprimerà semplicemente la mia modesta opinione, su argomenti che sceglierò di volta in volta (ovviamente il tutto in maniera assolutamente democratica eh..^^).

Incominciamo subito con l’argomento di oggi che, come avrete capito, è l’ultima pubblicità TV della Fiat 500. Quando ho visto i nuovi cartelloni che la pubblicizzavano qualche settimana fa mi sono detta “Ma che carina! Bello il paragone con le “piccole cose”…chissà come sarà lo spot televisivo…”.

Ora che ho avuto l’occasione di vederla, oltre che sentire lo spot radiofonico, devo dire che mi sbagliavo, o quantomeno non ha soddisfatto le mie aspettative.

Mi hanno sempre detto che nel caso di campagne pubblicitarie tutto dev’essere bene riconoscibile, che non si possono usare mille claim diversi nello stesso momento e che avere un’idea buona è fondamentale.

Evidentemente questo è leggermente sfuggito a chi ha progettato la campagna … mi spiego meglio: perché se trovo un’idea semplice ma carinissima per la cartellonistica, ne cerco poi un’altra per lo spot televisivo? Le “piccole cose” si sono trasformate in una brutta versione di “Everybody needs somebody to love” neanche presa dal film dei Blues Brothers (John Belushi e Dan Aykroyd sono inarrivabili) e un modo di rappresentare la macchina che non mi è piaciuto per niente (e mi ha solo ricordato la pubblicità dell’Actimel).

(Si capisce tanto che Blues Brothers è uno dei miei film preferiti? O.ò)

Posso capire che si volesse ricondurre il tutto alle pubblicità della Punto, della Bravo etc. però secondo me non è stata proprio una cosa azzeccata.

Si poteva giocare sulle “piccole cose” magari anche con un po’ d’ironia … anche perché queste “piccole cose” si prestano a molte interpretazioni, a tratti anche goliardiche se si vuole.

Forse hanno preferito una resa finale simile agli spot precedenti proprio perché riconducibili alla nuova percezione che vogliono dare del brand Fiat.

 

[ok..anche oggi mi sono salvata..ho usato claim, brand..si, posso anche sembrare esperta!^^]

 

 

 

 

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag advertising su Marchètting.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 52 follower