Vista Mare o vista corta?

images29.jpg

Vi racconto una bella storia di un’azienda in cui ho lavorato (udite udite) ben 7 anni fa, nel lontano anno 2000…

 A quei tempi ero giovane (più giovane di ora) e pieno di entusiasmo (come ora) … forse solo un pò meno esperto ed avvertito…

La sua mission era quella di creare una rete immobiliare di professionisti che trattassero la “casa al mare” in maniera capillare, dinamica e innovativa: non si trattava infatti di un’organizzazione in franchising, ma di un network di collaboratori motivati ad accrescere la loro capacità operativa attraverso un portale (www.vistamare.it, ora però non c’è più), la condivisione degli alloggi in Rete, un’immagine di alto livello, strumenti moderni e veloci, il supporto logistico  degli operatori “sul posto” (le agenzie immobiliari delle località turistiche) nei confronti di quelli del Nord (Piemonte – Lombardia su tutti)…

Il management del Gruppo (in cui ero Responsabile Marketing e Comunicazione) voleva che il sito fosse uno strumento di immagine, capace cioè di evidenziare gli obiettivi, la struttura e l’ambito di lavoro dell’azienda, ma anche un valido supporto gestionale, in grado di amministrare in condivisione un database di più di mille prodotti, orientati sia al b2b (singoli Vista Mare Points disseminati nell’Italia Nord Occidentale), che al b2c (l’utente finale). Il lavoro generò un risultato all’altezza delle aspettative, un prodotto di qualità, ma perfettamente “usabile”, anche grazie all’opera certosina del bravo designer Delfino che aveva ideato anche la corporate image (logo elegante e prezioso, il blu che dominava incontrastato, foto di grande qualità estetica su brochure preziose e scintillanti…).

Grande qualità in tutti gli strumenti, che massimizzavano il valore del prodotto “casa vacanza” rendendolo ancora più appetitoso agli occhi dei clienti.

Grande successo commerciale, in quanto l’azienda “aprì” oltre 180 Vista Mare Point in Italia Settentrionale … ed era sul punto di aprire una rete dedita anche alla “prima casa” oltre alla casa vacanza … la vera “alternativa al franchising” che tanti hanno propagandato ma che pochi hanno realizzato … e che solo FRIMM forse sta in qualche modo portando avanti…

Come è andata a finire? L’azienda andava bene, aveva certamente le sue crisi di crescita … purtroppo le alte sfere che la guidavano hanno pensato bene di gettare alle ortiche un modello vincente, una struttura che andava a mille e un’idea imprenditoriale futuribile …

Ora l’azienda non c’è più … Vista Mare ha rappresentato per me quello che lo scoppio della bolla speculativa della GNU Economy ha rappresentato per tanti miei amici che si erano trasferiti a Milano in tempi non sospetti …

Mi ha insegnato tanto … a fare un certo tipo di lavoro, a privilegiare la qualità a tutti i costi, a sviluppare poche ma semplici idee (e funzionanti) … e mi ha permesso (nel 2002) di entrare in Fondocasa come Responsabile Marketing e Comunicazione, dove ho portato una mentalità che lì ancora mancava e che poi ha attecchito meravigliosamente, grazie anche al sostegno dei tanti bravissimi colleghi e amici di Artwork, l’agenzia di pubblicità dell’azienda …

… ma questa è un’altra storia …

3 thoughts on “Vista Mare o vista corta?

  1. grazie!
    ho visto che sei nel campo immobiliare…è un piacere confrontarmi su una tematica che mi ha sempre appassionato…
    ciao!

  2. Pingback: Il marketing della casa vacanza « Marchètting: il marketing del buon senso

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s