Blog e mondo immobiliare: il caso Toscano

 toscano_foto.jpg

Torno volentieri a parlare di blog e mondo immobiliare. Tempo fa ho pubblicato un post segnalando il nuovo sito di Gruppo Toscano, uno dei più importanti franchising network italiani: accanto al website, l’azienda ha deciso infatti di aprire un “corporate blog“. Torno a ripetere che si tratta di un’iniziativa degna di nota: da sempre il mondo immobiliare (non solo italiano) è restio ai cambiamenti, tuttavia negli ultimi anni stiamo assistendo ad un’interessante evoluzione, che ha portato i grandi gruppi a strutturarsi sempre meglio (creando società ad hoc per seguire le varie filiere dell’attività: marketing, mutui, assicurazioni, etc…), ad investire nella comunicazione e a respirare aria di innovazione.

Il primo blog immobiliare di cui si ha traccia (a mia memoria) in Italia è fermo ormai al 24 settembre 2005, ma non si trattava di un corporate blog.

Altri sono invece nel pieno dell’attività ed è giusto segnalarli: Consulenza Immobiliare, “fatti e misfatti del mercato immobiliare napoletano”, che si risolve in una (pur accurata) rassegna stampa di notizie tratte da altri media; Intermediando, blog dell’agenzia immobiliare Oris di Pistoia, molto simpatico, “fresco” e “vero” (molto divertente il Dizionario per decodificare il linguaggio – molto marketing oriented – di taluni annunci immobiliari); Umm.it, raccoglitore di notizie in forma di blog; Immobilmente, “news e molto altro dal mercato immobiliare italiano ed estero” …

Nel complesso non mi hanno fatto sobbalzare, non c’è – come si vede – una vera e propria cultura immobiliare bloggante: ci sono invece stimoli e input che partono, per esempio, dalla parte istituzionale, come il presidente FIAIP Mantova che chiede ad un noto portale di settore di aprire anche “il blog immobiliare”. Il blog non è, però, la panacea di tutti i mali, nè la “pietra filosofale” che permetterà di vendere di più ed essere più visibili con un colpo di bacchetta magica. Il blog è un’opportunità, una forma mentis, uno strumento di aperta discussione e di condivisione.

Voglio citare qui il caso segnalato dal Chiago Tribune: Ellen Moorman vive a Chicago e ha deciso di vendere casa … dopo aver passato in rassegna inutilmente i siti web e le brochure di numerose agenzie immobiliari (che spesso dicono sempre le stesse cose, chi più chi meno bene), scopre per caso il blog di Fran Bailey, agente immobiliare, ne legge attentamente i contenuti e ne viene “conquistata” … si affida a lei e in poco tempo Fran riesce anche a portare a termine la vendita dell’immobile. Morale della favola: quando si hanno competenze, quando ci sono – insomma – i contenuti, il blog funziona … e fa vendere! (e magari anche acquisire!…)

Ma torniamo a Toscano. A seguito del mio post, ho scoperto con piacere che c’è stato un feedback da parte dei curatori del blog, che si sono presentati con tanto di foto e [mini]dichiarazione di intenti: bravi ragazzi, è questo lo spirito giusto🙂 … è questo il modo per essere – come dite voi … – meno ingessati. W l’immobiliare, W il blog.

13 thoughts on “Blog e mondo immobiliare: il caso Toscano

  1. Sono il presidente FIAIP di Mantova.

    Con piacere sono stato menzionato in questo blog.

    La mia proposta di creazione di un blog immobiliare nazionale credo sia la miglior “liberalizzazione” nei confronti dei consumatori senza scomodare la legge.

    Sempre pronto ad una collaborazione.

    saluti e buon lavoro

  2. Grazie di avere lasciato il suo commento.

    Sono lieto che – anche negli ambienti istituzionali – venga percepito il bisogno di una comunicazione immobiliare sempre più trasparente, e che parta davvero “dal basso”, un pò come accade oggi nell’ambito del Citizen Journalism: oggi gli utenti hanno infatti la possibilità di fare “media” e contribuire al passaggio e alla divulgazione delle notizie e dei contenuti

    Editoria del Campo … Grass Root Publishing … bello sarebbe creare un blog immobiliare a carattere nazionale, svincolato dalle grandi catene e che parli alla gente

    A disposizione, grazie e buon lavoro

    Gian Maria Brega

  3. Pingback: Intermediando » Qualche eco dalla rete..

  4. si , in effetti i blog ormai sono messi a disposizione da tutte le maggiori organizzazioni, tenere informati gli utenti sulle novità aziendali

  5. Buongiorno,
    Inanzi tutto complimenti per il post, molto interessante e disamina molto approfondita sulle nuove dinamiche che dovrebbero dare un maggior equilibrio al mondo immobiliare in genere. Riallacciandomi ad un precedente commento, in cui si accennava alla comunicazione immobiliare che parte dal basso, e’ quelo che in chiave pu’ generale sta’ succedendo attraverso il continuo sviluppo dei social network, le risorse non sono piu’ oligarchiche, ma vengono dal basso, ossia l’ utente e’ la fonte di valore, un aspetto che nel social media marketing e’ realta’, e che dovra’ nel merito sempre piu’ esser preso in considerazione dalle aziende per non rimanere nel loro piedistallo ma scendere interagendo direttamente con quelli che sono alla fine i loro clientie fruitori dei servizi che propondono a loro volta.
    Buona giornata, grazie.
    M.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s