Una nuova sede per NITHO

 aregai4.jpg

Da martedì prossimo la NITHO (si pronuncia nàito, il sito è on line ma è ben lungi da essere definitivo), società di cui sono marketing manager e responsabile delle operazioni sull’Italia, ha una nuova sede: ci spostiamo da Imperia al vicino porto turistico di Marina degli Aregai, uno degli approdi più importanti del Mediterraneo per la nautica da diporto.

E dire che NITHO non vende barche. Nè si occupa di diving. Io l’ho definita la “start up del mercato dell’intrattenimento italiano”. Noi di NITHO siamo stati i fondatori (non io in prima persona, ma la Proprietà) di Teknos, azienda che – negli ultimi 10 anni – è stata leader negli accessori per le periferiche di gioco (joypad, joystick, volanti e mille altri aggeggi per PS3, PS2, WII, X360, etc etc …). Teknos (di cui ero marketing manager) ha rivoluzionato il concetto stesso di “accessorio gaming”, un articolo che precedentemente non godeva della dovuta attenzione da parte delle grandi strutture di vendita: con Teknos l’accessorio è passato da semplice complemento a protagonista del proprio spazio sullo scaffale. Teknos era fortissima nel creare attività a supporto della Grande Distribuzione:

-bundle con i publisher più importanti (ultimo esempio, sia cronologicamente che “storicamente”, l’accoppiata volante + Need for Speed Carbon, uno dei più riusciti giochi di guida del colosso Electronic Arts)ù

-prodotti “licenziati” con i character di grido, legati ai film e ai giochi in uscita in quel periodo: per anni Teknos ha venduto gli accessori marchiati Star Wars, Spiderman (I e II), Superman Returns (nonostante il flop di gioco e movie) … oltre a mille altri (le macchinine radiocomandate Mario Kart, lo scooter elettrico Ferrari, i volanti del Cavallino(grazie all’accordo, ora cessato, con Thrustmaster))

-in store promotion con attività di coinvolgimento diretto dei clienti finali nei singoli punti vendita

Il “giocattolo” si è rotto al termine dell’estate 2006 (dopo 15 anni di successi), a causa dei forti dissidi tra la Proprietà storica (la famiglia Marinari) e i “nuovi” soci. I Marinari sono usciti da Teknos e a novembre hanno fondato una nuova realtà, NITHO, in cui sono entrato anche io accettando la sfida di ricreare un’azienda leader nel proprio settore , gli accessori videogame.

Il mercato – negli ultimi anni – è però cambiato e la NITHO si è immediatamente adeguata al nuovo contesto commerciale: basta quindi con una struttura pachidermica e colossale, con grandi costi di gestione e via libera ad un’azienda moderna: totale focalizzazione sul marketing e sulla creazione di prodotti, passaggio da una logica di distribuzione ad una di pura produzione: NITHO è ora un vendor, un produttore di accessori, che ha localizzato in Cina le unità produttive e di design/scouting di prodotto, guidate da un estroso designer di origini napoletane, Lorenzo Parrella. NITHO crea accessori e li vende (ora non più solo in Italia) nelle varie country con il supporto di selezionati distributori locali.

In Italia la scelta è ricaduta su Leader Spa, azienda di primissimo piano e concorrente storico di Teknos nel mercato degli accessori: l’alleanza con Leader ha ricreato – in qualche modo – un “cluster” di livello assoluto nel campo delle periferiche di gioco … grazie a questo accordo la proposta commerciale di Leader è probabilmente la più completa ed importante a livello italiano, in quanto, oltre a NITHO, il distributore di Varese propone anche Mad Catz, Saitek, Speed Link, Blaze …

Grandi sono stati gli investimenti ma i primi frutti non si stanno facendo attendere: da fine maggio i prodotti NITHO saranno disponibili sugli scaffali dei negozi italiani … e da qualche tempo anche Francia, Spagna e Medio Oriente hanno modo di apprezzare la qualità (a prezzi imbattibili) dei nostri prodotti.

La nuova sede ad Aregai risponde pienamente alle necessità attuali della società ed è un prestigioso centro operativo per il coordinamento delle operazioni in Italia e nel nascente network di key account e distributori in tutta Europa, Medio Oriente e Sud Africa.

Il futuro – come ha scritto La Stampa a proposito del nostro trasferimento – è sempre sul mare.

One thought on “Una nuova sede per NITHO

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s