Lo zen e le strategie di marketing

 sun-tzu.jpg

In realtà di zen non ha molto, perchè trae ispirazione dagli insegnamenti di un generale cinese vissuto 2500 anni fa, Sun Tzu: il testo di Gerald Michaelson (“Strategie per il Marketing – 12 principi fondamentali per vincere la guerra del mercato) è comunque illuminante su molti aspetti del nostro lavoro.

Molto pratico il buon Michaelson, massimo esperto mondiale di Sun Tzu, e autore di altri testi un pò troppo “americani” come The Art of War for Managers, una specie di Dale Carnegie del management d’oltreoceano.

Due gli aspetti fondamentali dell’approccio di Sun Tzu: la tradizionale semplicità “orientale” dei concetti (ma come dargli torto?) e l’importanza della stategia come mezzo “preventivo” per vincere le proprie battaglie senza “combattere”.

Tra tutto, segnaliamo alcune indicazioni degne di nota:

-l’importanza dell’organizzazione delle informazioni

-la rilevanza della posizione (o posizionamento ?)

-il rispetto per il consumatore

-l’uso della sorpresa

-l’utilizzo coerente delle proprie forze

-la necessità di una struttura di comando ben organizzata

Chiudo con una citazione di Murphy sulla semplicità, uno dei cardini dello Zen Marketing di Sun Tzu: se sembra stupido, ma funziona, allora non è stupido.

6 thoughts on “Lo zen e le strategie di marketing

  1. L’ingenier Arduino Mancini, il docente dei corsi di marketing e comunicazione per gli adepti di un franchising immobilare della mia zona, mi ha rivelato che spesso chi legge “L’arte della guerra” di Sun-Tzu tende a volero tenere per sé. Quasi si trattasse di un segreto prezioso che, se divulgato, perderebbe di forza.
    Al contrario, tutti gli insegnamenti positivi, devono essere assolutamente condivisi. Ed è proprio dalla condivisione che prendono forza, non il contrario.

  2. Voglio conoscere Arduino Mancini! … Dici che “L’arte della guerra” fa questo effetto? Orrore! Sono con te: la positività va condivisa e – in ossequio al perbenismo e ai buoni sentimenti di questa mattina🙂 – ti dico che – nel mio piccolo – cerco di condividere con gli altri (attraverso il blog) quanto di bello ho fatto e imparato in questo patinato mondo del marketing.
    Un saluto caro (ma quanto mi costi…?)

    Gian

  3. Ma allora questo Arduino Mancini me lo fai conoscere o no?! Mi sembra il nome di un personaggio di Gadda … o di Camilleri, non so perchè🙂
    Ma esiste veramente?

  4. Mi scuso se le rispondo solo ora: sono stato impegnato a lanciare il mio blog (www.tibilog.net), che spero vorzà visitare. Nessun problema per lo scherzo.
    Grazie per il gentile commento.
    A presto.
    AM

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s