Franchising immobiliare: comunicare l’insegna nel punto vendita

 4-soddisfatti.gif

Uno dei problemi delle grandi reti immobiliari organizzate è mantenere l’uniformità di fondo del metodo operativo. E prima ancora, l’uniformità dell’immagine. Andando in giro e visitando agenzie immobiliari “federate” non può non saltare all’occhio che alcuni network dedicano grande attenzione al mantenimento di un’immagine davvero coordinata mentre altri sembrano dimenticare questa basilare forma di comunicazione nei confronti del cliente finale. Far parte di un network vuol dire abbracciarne il metodo, il know e anche l’immagine: è impensabile il principio del “fai-da-te” …. che tanti gusti genera in giro …

Gli affiliati di qualsiasi grande rete devono, a mio avviso, imparare ad essere i comunicatori locali della propria insegna. Devono assimilarne i valori e le caratteristiche e trasmetterli localmente. Un affiliato non può semplicemente “subire” passivamente l’egida commerciale del proprio franchisor … deve informarsi, deve conoscere, deve apprendere e vivere la realtà della propria insegna. Per ovviare a questa (cronica) mancanza di informazioni e consapevolezza di Brand le grandi reti dispongono degli strumenti più diversi:

-il sito istituzionale: non deve essere solo la vetrina statica in cui snocciolare i numeri del proprio successo sul territorio. Il sito è un mezzo per parlare della mission e della vision di un network, possibilmente nella maniera meno “americana” e “hollywoodiana” possibile. Va bene metterci le facce dei manager, purchè il sito non divenga una fredda gallery di tronfi manichini ingessati. Bene le “intranet” che mettono a disposizione degli affiliati dei veri e propri strumenti di lavoro

-il blog (!): seguiamo l’esempio di Toscano e iniziamo a “scendere dal piedistallo”. Usiamo il  blog non solo per parlare di leggi sul condominio o sul riscaldamento, ma anche di noi, di cosa facciamo, del perchè siamo meglio di altri (…), di cosa vogliamo fare (obiettivi, anche numerici, zone, etc…)

-house organ: il vecchio e spesso dimenticato house organ! In tempi di social networks sembra arcaico e anacronistico parlare del tradizionale giornalino cartaceo con le notizie riguardanti il gruppo, le sue mosse, le novità, i nati e i morti (:-) ), l’almanacco del mese dopo insomma … ma non è così: un giornalino che parli davvero agli affiliati, con la lingua degli affiliati e non del marketing è uno strumento buono per interagire con loro comunicando i valori del Brand

-la newsletter: anche questo mezzo non è da trascurare. Magari associando a questa del valore aggiunto (concorsi, premi produzione) incentivandone la lettura

-sms: un altro mezzo molto pervasivo (e forse anche invasivo, ma vabbè) è il telefonino … SMS veicolati al cellulare degli affiliati con le novità salienti dal Gruppo

-il giornalino di annunci: ultimo ma non ultimo, è il periodico mensile che ogni network pubblica con gli annunci di tutte le agenzie. Al suo interno anche spazi redazionali, in cui comunicare i valori del Brand.

-social networks: li abbiamo citati prima, sarebbe forse utile sperimentare (oltre ai blog) anche altre forme di comunicazione e aggregazione tra affiliati … forse è un pò presto, sappiamo quanto il mondo immobiliare sia restio ai cambiamenti e al nuovo ma perchè non tentare?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s