Perchè i blog “contano”

 business_week_blog_business_cover_350.gif

Le aziende (finalmente!…) si stanno accorgendo che i blog (anche i meno “influenti”) hanno il potere di orientare l’opinione pubblica e modificare i comportamenti di acquisto dei consumatori. Non è più un luogo comune o una leggenda metropolitana: i blog “contano” e “si contano”. Le software house si sono così attrezzate per creare strumenti di monitoraggio delle reazioni dei blog al lancio di certi prodotti. Qualche esempio:

Visible Technologies, società di Seattle, ha creato un tool (TruCast) in grado di generare report a analisi minuziose su quanto viene detto su blog e community

Buzz Metrics, comprata recentemente dal gruppo Nielsen, ha lanciato BrandPulse, un sistema analogo per scandagliare la rete alla ricerca di informazioni “sensibili” su prodotti e brand

Vml propone Seer, un portentoso ambiente software per monitorare gli ecosistemi generati dagli user-generated-content.

In Italia, in netto anticipo su tutti, si sta muovendo molto bene eXtrapola, società riminese che propone net.monitor, servizio proprietario di monitoraggio di informazioni e contenuti on line.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s