Lovemarks e marketing emozionale

 lovemarks-7117441.gif

Ho trovato due articoli interessanti su Il Mondo e su L’Espresso di questa settimana. Due pezzi che ho avuto finalmente il tempo di assaporare nel relax di una domenica pomeriggio assolata (ma le ferie sono lontane).

Su Il Mondo una bella intervista di Enrica Roddolo a Kevin Roberts, ceo di Saatchi & Saatchi: la FIAT 500 è il miglior lovemark di stagione … me ne sono innamorato, è fantastica e ne ho già ordinata una: sarà color purple (…) e Lapo Elkann ci ha promesso che riuscirà a procurarcene una proprio di quel colore.

Al di là delle discutibili scelte coloristiche, Roberts insiste sul fatto che i marchi devono imparare a parlare non più soltanto la lingua dell’affidabilità, della fiducia e della credibilità ma devono riuscire a parlare dritto al cuore della gente.

Auspica poi che anche Alitalia (!) divenga un brand da amare (lovemark).

L’Espresso pubblica un lungo articolo di Carlotta Magnanini con un’altra intervista ad un illustre markettaro, Marc Gobè, profeta e teorico dell’emotional branding: la gente – dice Gobè – sceglie i marchi non per la loro funzione, ma per il loro significato, il ruolo che avrebbero rivestito nella loro vita. Alla domanda della giornalista se giocare sulle emozioni del consumatore sia una manovra ambigua Gobè risponde dicendo che è la gente a dare significato ai brand…

Nello stesso articolo Massimo Bartoccioli, docente di marketing alla Cattolica, sostiene che il pubblico del futuro gestirà le emozioni più che subirle: se i brand ascoltano sempre più il consumatore, se si presta sempre più attenzione al feedback, un giorno i brand saranno creati dal consumatore stesso.

Del resto, consumer is the boss (motto della Procter & Gamble). Utopie? Boutades? Secondo me in realtà c’è molto di vero.

2 thoughts on “Lovemarks e marketing emozionale

  1. Pingback: Lovemarks e marketing emozionale | marketing

  2. Pingback: Lovemark reloaded | Marchètting: il marketing del buon senso

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s