I favolosi linguaggi della comunicazione pubblicitaria ed istituzionale

Via Marco Montemagno copio e incollo qui una vignetta che mi fa pensare…

ifyoutalkedtopeople-thumb.jpg

La comunicazione, sia essa pubblicitaria o relativa alle PR, assume a volte connotati mostruosi.

I linguaggi adottati nell’advertising classico sono (spesso) quelli che un padrone simpatico utilizza con il proprio fedele cagnolino: paternalistici, stupidi, estremamente affettati, leziosi, inutili, snervanti, irriguardosi, maleducati … pensiamo alle pubblicità di acque minerali in cui personaggi in tutine aderenti cantano una bruttissima e fastidiosa canzonetta … le medesime tristi melodie di un noto formaggio italico … pensiamo agli spot deliranti di assorbenti magici, di prodotti miracolosi per la pulizia domestica, di autovetture dal design quantomeno insolito, di profumi immersi in ambienti surrealistici, di benzine che non inquinano (!), di salutari cibi surgelati, liofilizzati, trattati …

E pensiamo anche a certi comunicati stampa che circolano in giro. Non solo quelli di Lapo. Lui è un caso a parte. A certe frasi senza senso, a deliri di autocompiacimento e autoreferenzialità, a masturbazioni linguistiche e mentali … ma tutti (prima o poi) ci siamo caduti e ci cadremo … perchè a volte il committente proprio non vuole capire … e noi a volte non sappiamo proprio dire di no…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s