Oliviero Toscani: nuova campagna choc con ragazza anoressica

 

Oliviero Toscani ha colpito ancora. Questa volta il soggetto ripreso dal geniale uomo di comunicazione è una ragazza, Isabelle Caro, 165 cm per 31 kg, una vita in lotta contro l’anoressia. Un’immagine estremamente cruda e reale, un corpo sofferente, una vita stravolta dal dolore e dal disequilibrio. Il tutto patrocinato da No.l.ita, uno dei brand “fashion” del Gruppo Flash & Partners, che ha pianificato uscite sui quotidiani (vista ieri su Repubblica ma il Corriere ha detto “no”) e maxi affissioni a Milano, dove è in corso proprio ora la Settimana della Moda.

Per Toscani la moda non è da criminalizzare in quanto sono i media in genere, e la società nella sua interezza, a proporre alle ragazze modelli assurdi. E finalmente – aggiunge – un’azienda ha capito l’importanza del problema “anoressia” a ha avuto il coraggio di associare il proprio nome ad una campagna sicuramente “scomoda” e di forte impatto.

Il ministro della salute Livia Turco si è dichiarata favorevole alla campagna, in grado di aprire efficacemente un canale comunicativo originale e privilegiato con il pubblico giovane.

A me qualche dubbio viene. E’ proprio necessario mettere in piazza il dolore (con la scusa di sensibilizzare i mali della società) per farsi pubblicità? E’ proprio necessario questo buonismo/moralismo/paternalismo? E’ giusto fare propri i disastri del nostro tempo per reclamizzare un marchio fashion?

Toscani si didende: io ho fatto, come sempre, un lavoro da reporter: ho testimoniato il mio tempo. Si. Con le tasche piene.

One thought on “Oliviero Toscani: nuova campagna choc con ragazza anoressica

  1. Apprezzo le campagne forti: come minimo fanno pensare, fanno schierare!! in questo periodo storico dove tutti stanno a metà strada tra un idea ed il suo contrario, dove abbiamo il dubbio che le vere IDEE manchino così come gli IDEALI io approvo Oliviero Toscani. Certo non fa comodo a molti, nemmeno al Sindaco di Milano, benpensante, che ha già dato l’ordine di staccare i manifesti scomodi. Danno fastidio: agli occhi o alla coscienza?
    Barbablu

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s