E.C. – Extra Convenzienza

Mi ha fatto sorridere e dunque lo pubblico qui. Un bel manifesto con l’ultima pubblicità “in store” della Conad: E.C. – Extra Convenienza, con la sagoma del carrello tipo bicicletta di E.T.

Mentre faccio la spesa mi guardo in giro, scruto i cartelloni pubblicitari alla ricerca di claim più o meno intelligenti, annego nell’analisi del lettering e dei font dei manifesti, soppeso e valuto i packaging più diversi, decreto il successo delle melanzane surgelate X e l’insuccesso della zuppa Y, immagino le strategie che stanno dietro al lancio della bevanda Z, mi calo nella parte di membro del focus group K, e di inconsapevole “influencer” nell’acquisto della rivista W…

Poi – entrato per comprare tre pomodori – esco con 200 euro di scontrino e il carrello (brandizzato e sponsorizzato dalla nota marca di caffè Q) pieno di merce. Prima però faccio incetta di volantini e flyer (traboccanti alle casse), gioco al consumatore preso emozionalmente dal concorso di turno, conteggio i miei punti della card Fedeltà, che mi consentirà di acquisire un auricolare Bluetooth dopo aver raggiunto quota 3.000 (+18 euro), mi fermo a provare il nuovo aspirapolvere che la gentile hostess mi mostra decantandone il “valore aggiunto”.

Poi esco. Di nuovo nella trita e ritrita realtà.

3 thoughts on “E.C. – Extra Convenzienza

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s