Come vendere una casa #INFOGRAFICA

cartelli-vendo-casa

Surfando per il web ho trovato questa infografica (che oggi vanno tanto di moda, ma che hanno indubbie utilità se utilizzate nel modo giusto…), una bella immagine che rappresenta un percorso ideale “per vendere casa”.

Si, ci sono gli Americani dietro, c’è l’esperta Melinda Goodwin, c’è un modo diverso di approcciare la compravendita immobiliare…però ci sono anche tante cose “sensate” e forse è il caso di commentarle insieme…

Il primo passo della vendita è ottenere ovviamente l’incarico…il passo più difficile. Occorre convincere il venditore che siamo diversi dagli altri. Come? Attraverso i servizi, attraverso il marketing. C’è tutto un grande lavoro da farsi a monte. Un riposizionamento della nostra azienda immobiliare. Per spiccare davvero rispetto alla concorrenza.

E poi si mette l’immobile in vendita.

Come? Prima di tutto si fanno delle belle foto. La componente visuale è assolutamente imprescindibile nel nostro lavoro. Sia che siamo agenti immobiliari, consulenti, home stager dovremo imparare a fotografare in modo coerente. O farlo fare a qualcuno capace. Non ci piove. Fare foto non vuol dire solo “ritrarre” un soggetto, che spesso – trattandosi di un alloggio – non ha tutta questa “peculiarità”: vuol dire soprattutto “cogliere”… dettagli, spunti, punti di forza dell’immobile al fine di ritrovare e valorizzare l’Anima dello stesso.

come_vendere_casa

Ci sono poi gli eventi. Negli Stati Uniti credono molto nei cosiddetti “Open House”: la stessa casa viene fatta visitare da più potenziali clienti nel corso di una o più giornate, creando un vero evento “sul campo”. E quindi anche vino, cibo, intrattenimento. Spesso un buon Prosecco fa miracoli.

C’è l’online. Questa dimensione sconosciuta a tanti. Utilizzare i social media per comunicare non è certamente banale, ma è una strada sempre più intrapresa. Sfruttare la viralità e la condivisione di Rete per far girare il nostro alloggio. Affronteremo tematiche come le vendite e la comunicazione tramite Twitter o Facebook all’interno di post dedicati.

Non solo foto: anche i video sono importanti e sempre più utilizzati. Anche qui occorre affidarsi a professionisti capaci, anche se credo che la creatività e le capacità si possono alimentare. E la buona volontà che manca. Insieme con l’approccio mentale giusto. I video odierni si avvalgono sempre più anche dei cosiddetti “droni” che, a costi contenuti, consentono riprese aeree emozionali dell’alloggio in vendita. Per regalare dimensioni ulteriori alla valutazione degli acquirenti.

Melinda ci suggerisce quindi di scrivere un Blog. Si, occorre parlare, raccontarsi. Lo storytelling immobiliare, ancora agli albori, ci permette di presentare meglio il nostro Prodotto. Ma credo che sia comunque importante raccontare il nostro lavoro in sé, cosa facciamo, perché lo facciamo, sottolineando la Passione che ci mettiamo. Un Blog non è più l’oggetto misterioso dell’internet. Un Blog è una piattaforma editoriale per la condivisione di azioni, fatti, pensieri…

Ultimo step della nostra infografica: stabilire un contatto emozionale con i potenziali acquirenti. Senza passione il lavoro è fredda esecuzione di piani preordinati. Dobbiamo essere in grado di veicolare queste emoioni. Perché ogni casa le sprigiona. Perché la casa è ricca in sé di contenuti “metafisici”, ossia che vanno al di là della fredda fisicità e oggettività.

Il successo – così facendo – non tarderà ad arrivare. E quale migliore pubblicità di un cliente soddisfatto? Melinda ci ricorda di coinvolgere i nostri clienti contenti in qualità di “testimonial”.

Al lavoro…!

(pezzo comparso su marketingimmobiliare.it)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s