Il modello Multiservice nel mercato immobiliare italiano

fondocasa1

Fare immobiliare oggi in Italia vuol dire affrontare una crisi senza precedenti, che ha praticamente azzerato un mercato un tempo (solo 10 anni fa) molto florido e in piena espansione.

Fare immobiliare vuol dire anche studiare soluzioni per vincere questa crisi, e costruire un futuro migliore.

Anche il numero e la distribuzione degli operatori immobiliari in Italia ha subito modifiche e sconquassi in questi anni: il cosiddetto “franchising” classico, quello retaggio degli anni Ottanta e del Boom, ha subito più d’una battuta di arresto.

Formule e approcci nuovi hanno fatto capolino, con i professionisti costretti a trovare nuove soluzioni e avvicinare nicchie e settori non ancora toccati.

Molti Business Model si sono posti come antagonisti e “alternativi” rispetto al franchising, come se questo fosse il Male.

Le agenzie “free lance”, quelle non appartenenti a gruppi consolidati, hanno certamente subito in egual misura i guasti e i problemi della recessione. Opponendo forse una resistenza maggiore rispetto ai network.

Credo che occorra anche in questo ambito guardare alla cosiddetta “terza via”. Il futuro, è innegabile, risiede nella collaborazione e nello spirito di Gruppo. Le agenzie “free lance” pagano un po’ il dazio nelle economie di scala rispetto alle grandi organizzazioni. I grandi franchising devono evolversi. E così molti hanno fatto.

Un caso di cui vorrei parlare oggi è quello del Gruppo Fondocasa (ne sono stato il direttore marketing 13 anni fa, un’era geologica, ndr). Nato nel 1988, ha prima affiliato con successo moltissime agenzie della propria regione di origine (la Liguria) per poi espandersi in molte aree d’Italia.
Con un modello alla “Tecnocasa”, per intenderci. Franchising classico, quindi, con tutto il repertorio dei manuali operativi, del marchio, delle zone di esclusiva, etc… etc …

Poi alcune battute di arresto, l’infuriare terribile della crisi e molti punti vendita che chiudono.
In Fondocasa però non hanno pervicacemente insistito sui modelli datati che fino a quel momento avevano funzionato: hanno cercato nuove strade.

Lavorando su una proposta di affiliazione a più livello e impegni, da quella FULL e classica a formule più light. Che prevedevano magari l’utilizzo di una sola parte di tutti i servizi offerti dal Gruppo. Un po’ come quando si acquista una vettura e si sceglie a tavolino quali optional avere a disposizione.

E adesso si butta sul Multiservice. Grazie a questo nuovo format, unico in Italia nel suo genere, l’imprenditore può avvalersi di sei distinti modelli legati alla compravendita (Fondocasa), alla consulenza del credito e assicurativa (We-Unit) e alle locazioni (Che Affitti). In particolare, sono sei le possibilità di scelta:

  • Solo compravendite
  • Solo locazioni
  • Consulenza finanziaria
  • Compravendite + consulenza finanziaria
  • Compravendite + locazioni
  • Compravendite + locationi + consulenza finanziara

Degno di nota.

Il vantaggio si trasferisce anche all’utente finale, che può fare così affidamento sull’unica realtà polivalente nel mondo del Real Estate.

(da un pezzo comparso su marketingimmobiliare.it)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s