ATIA ISWA Italia con FAO e Vaticano contro gli sprechi alimentari

is2

Un Comitato Direttivo, quello del 29 luglio scorso, che ha segnato davvero una pietra miliare nel lavoro di Atia Iswa Italia, l’associazione che riunisce i tecnici gestori dei rifiuti e delle bonifiche e per cui stiamo curando la comunicazione con OPLAY Communication. Presenti infatti Mario Lubetkin, Direttore ufficio Comunicazioni della FAO e Tebaldo Vinciguerra, Officiale del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. Il tema – di grande attualità – è quello degli sprechi alimentari.

Il Prof. Lubetkin ha ricordato che il 2015 segna la fine del ciclo degli Obiettivi del Millennio e l’inizio di una nuova epoca, quella degli “Obiettivi dello sviluppo sostenibile”.

La tendenza è positiva: basta guardare i progressi in America Latina o Asia orientale ma è evidente come ancora tanto resti da fare. La battaglia contro la fame non è vinta: anche se il cibo sulla terra è sufficiente per sfamare tutti – come ricorda il Pontefice – circa 800 milioni di persone soffrono ancora la fame e sono troppo poveri per comprare il cibo necessario. E’ necessario garantire che tutti abbiano i mezzi necessari per produrre cibo da soli o per acquistarlo, per far ciò è necessario il coinvolgimento di tutti Politici e Tecnici.

Tebaldo Vinciguerra ha quindi ricordato che la persona ed il creato sono parti integranti di un unico sistema L’ecologia è “totale”. Non c’è una risposta specifica ed indipendente per ogni singola parte del problema “cibo sprecato” o “luogo inquinato”: è fondamentale cercare soluzioni integrali. È’ proprio sull’Ecologia Integrale che l’Enciclica Laudato Si’ esorta a riflettere.

“Non basta più dire – ha sottolineato Vinciguerra – che dobbiamo preoccuparci per le future generazioni. Occorre rendersi conto che quello che è in gioco è la dignità di noi stessi, perché ciò chiama in causa il significato del nostro passaggio su questa terra”.

Paola Muraro, Presidente di ATIA ISWA ITALIA, ha dichiarato in conclusione:
“La nostra associazione deve contribuire alla formazione delle nuove generazioni che devono con competenza, e dedizione al bene comune, salvaguardare l’ambiente ricordando le parole del Santo Padre: lo stato di salute delle istituzioni di una società comporta conseguenze per l’ambiente e per la qualità della vita umana.”

One thought on “ATIA ISWA Italia con FAO e Vaticano contro gli sprechi alimentari

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s