…tanto ci vogliono solo 5 minuti

mani-dartista_luigi-gorena

Quando un tempo occorreva far stampare delle fotografie si andava con il rullino terminato dal fotografo, speranzosi e smaniosi di poter ammirare i nostri attimi preferiti, oggi invece si può accedere alle cosiddette “stamperie” che, nel mondo tecnologico nel quale viviamo, non solo rendono cartacee le nostre immagini ma fotocopiano fogli, mandano fax, prelevano dati dai cellulari e via discorrendo. Ed è stato proprio in uno di questi locali, pieno di profumo acre d’inchiostro, che ho letto un – benvenuto – davvero particolare, su un manifesto appeso al muro c’era scritto questo:

“Costo euro .., all’ora.

Se ti rivolgi ad un professionista per un lavoro, vuol dire che non lo sai fare…

Se paghi un piastrellista .., euro all’ora per mettere le piastrelle nella tua cucina vuol dire che tu non sei in grado di farlo, quindi lo fa un professionista.

Se ti rivolgi ad un grafico, un cameramen, un fotografo, web designer, illustratore o chiunque svolga un lavoro creativo, ti stai rivolgendo ad un professionista per qualcosa che tu non sai fare…

Se un piastrellista o un dentista hanno un listino prezzi, anche chi fa un lavoro creativo ne avrà uno, non pretendere quindi di decidere tu il prezzo o di uscirtene con frasi del tipo: tanto col computer ci vogliono 5 minuti!

Rispetta il lavoro altrui come vuoi che gli altri rispettino il tuo!

Se credi che ci vogliano 5 minuti prova a farlo da solo!”

Un linguaggio deciso, convinto che, permettetemi, mi ha interessato dal momento che la mia è proprio una professione basata sulla creatività. Frasi quasi impetuose, nate probabilmente dal non sopportare più il sentire ogni giorno sminuire il proprio mestiere. Il grafico in questione ha deciso di usare un simil linguaggio per far comprendere, una volta per tutte, quanta fatica esiste comunque dietro ad un lavoro che implica innanzi tutto fantasia nel crearlo e, di conseguenza, metterlo in pratica.

Si sentivano gli stessi discorsi, tempo fa, sulle opere artigianali, quando ancora c’era chi creava con le proprie mani fantastici utensili o componenti d’arredo. Non si percepiva il valore dell’arte, un’arte che, la maggior parte delle volte non aveva prezzo ma, lo si doveva stabilire, in un modo o nell’altro. Oggi, lo stesso argomento si dedica a chi lavora con la tecnologia ma sempre un po’ artigiano è. Come l’intagliatore che immaginava e costruiva. La ricamatrice che ideava e metteva in pratica. Mi duole pensare che possiate trovare polemica in questo mio post ma un po’ di chiarezza a mio avviso andava fatta. Forse più elegantemente ma il succo non sarebbe cambiato.

D’altronde, anche questo è Marketing, anche questa è comunicazione. Chiara e limpida. Trasparente ma dal significato profondo. Che sia di buon uso per un quieto vivere del quale tutti abbiamo diritto.

One thought on “…tanto ci vogliono solo 5 minuti

  1. Ah, sante parole!!! quante volte ci è capitato (a noi che vendiamo) che il prezzo ci venga dettato (da altri che comprano). E’ proprio una questione di rispetto del lavoro, rispetto che oggi manca perché tutto ha un PREZZO e nulla ha un VALORE

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s