E il lavoro diletta

Spesso il lavoro ci permettere di conoscere nuove realtà e può capitare, com’è successo a me, che a queste realtà ti appassioni così tanto che diventano un chiodo fisso o addirittura un piacevole hobby.

Il mio mestiere di comunicatore mi fa spaziare in diversi ambiti, posso così conoscere diversi sport, diversi settori, molti temi finora sconosciuti, ed è in quel momento che, in alcuni casi, nasce la passione che coinvolge e quell’argomento lo fai tuo.

Il mare mi è sempre piaciuto, non l’ho mai vissuto appieno, ma qualcosa di lui mi ha sempre chiamato a sé ed emozionato.

E’ stato proprio iniziando ad occuparmi di Vela, grazie ad Andrea Mura, grande velista e skipper italiano che mi ha permesso prima di tutto di essere suo consulente nel progetto “Vento di Sardegna”, che mi sono accorto come quelle imbarcazioni, che salpavano intrepide le onde anche più accanite, mi entravano nel cuore senza uscirne più. Il coraggio delle traversate in solitaria, la bellezza di orizzonti sconosciuti, la tenacia del farcela ad ogni costo. Tutte caratteristiche che non possono passare inosservate.

Il mare ha poi continuato ad essere presente davanti ai miei occhi, e in me, grazie anche a Guido Grugnola che, con la sua attività di Kayak sostenibile per le strade infinite di quell’immenso azzurro, mi ha coinvolto nella comunicazione di questo progetto che ha come obiettivo far conoscere nuovi mondi attraverso uno sport  appagante e salutare. “Tuilik” ha così iniziato a farmi sognare; il suo passato collegato all’affascinante e poco conosciuto mondo degli Inuit, il permesso di vivere un così forte contatto con una natura mai vista, il lasciarsi trasportare da una quiete introvabile altrove.

Oltre allo sport, da buon italiano, non è mancata naturalmente la passione per la buona cucina e dopo aver parlato nella mia vita anche di ristorazione e arte culinaria ho deciso che l’elisir più amato, ossia il vino, doveva far parte della mia vita. E’ sempre stato presente nella mia quotidianità ma ben poco ne sapevo su di lui, la sua storia, il suo passato. Un corso base per Sommelier mi ha così preparato maggiormente andandosi a collegare con la voglia di creare nuove ricette, in particolare, i Primi Piatti. Il nostro piatto preferito: La Pasta. Mi piace scherzosamente farmi chiamare da qualche amico “Il Boss dei Soffritti”.

Un accenno particolare va anche all’ambiente, all’ecologia e alla sostenibilità che, in questi ultimi anni, mi ha visto molto partecipe sia individualmente scrivendo ad esempio per “La Nuova Ecologia”, che attraverso la mia azienda “Oplay Communication” con la quale mi occupo di temi “green” grazie alla collaborazione con grandi realtà nazionali come Ecomondo, la fiera presente a Rimini nella quale si contano anche Key Energy e Città Sostenibile. Le città del futuro, dette smart city, l’energia rinnovabile, la green economy, i green jobs e tutto ciò che ruota attraverso un mondo migliore e più pulito, mi trova interessato e attivo.

Inoltre, non posso non parlare della tecnologia e dell’innovazione, temi che da sempre mi affascinano e mi rapiscono, grazie ai quali appago molte curiosità e scopro ogni giorno come, nella nostra stessa vita, questi strumenti, sempre più efficaci e moderni, diventano indispensabili.

La bellezza risiede negli occhi di chi guarda – disse un giorno qualcuno, tale Johann Wolfgang Goethe. Io aggiungerei anche – e di chi fa – perché per me è stato proprio facendo e vivendo questi universi nuovi che ho potuto sentir nascere in me il piacere della passione. Un piacere olistico, completo, che ti prende e non ti molla più.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s