Crowdfunding e mercato immobiliare

maggio 15, 2015 § Lascia un commento

Crowdsourcing

Crowdsourcing

Il crowdfunding fa il suo ingresso anche nell’immobiliare.

Secondo Wikipedia, il crowdfunding (dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) o finanziamento collettivo in italiano, è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse.

Il fatturato del crowdfunding immobiliare nel 2014 è stato di circa un miliardo di dollari e sembra si attesterà a 2.5 miliardi entro la fine del 2015. Sono numeri che ci inducono a prendere in esame questa modalità.
La realtà dei fatti è che si tratta sì di un meccanismo di “finanziamento dal basso” ma il ruolo delle banche è ancora presente: gli istituti di credito, almeno in queste fasi iniziali, non sono assenti dalle operazioni immobiliari e condividono rendite e costi degli immobili con i privati.

Massolution certifica che le campagne hanno un target minimo di 100.000 dollari per toccare, nell’estremo opposto, i 25 milioni.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Storytelling: raccontare storie per vendere case

maggio 8, 2015 § Lascia un commento

storytelling

Lo storytelling, lo dice Wikipedia, è l’atto del narrare, disciplina che usa i principi della retorica e della narratologia. Lo storytelling è inseribile nel settore letterario e audiovisivo, ma anche verbale.

Lo storytelling è un’arte e uno strumento per ritrarre eventi reali o fittizi attraverso parole, immagini, suoni. È uno strumento naturale attraverso il quale può avvenire una forma di comunicazione efficace: coinvolge contenuti, emozioni, intenzionalità e i contesti. La storia raccontata ha una connotazione emotiva e internazionale perché coinvolge delle persone e cerchiamo spontaneamente di dare un significato di ogni atto che vi viene descritto.

Cosa c’entra questo con il marketing immobiliare? Tanto. Tantissimo.

Il nostro beneamato “marketing immobiliare”, in qualche modo giovane virgulto e vergine, ha molto da imparare da questa disciplina. Vendere implica il racconto di una storia.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Il paradosso del marketing immobiliare italiano

aprile 24, 2015 § Lascia un commento

paradosso

Il settore immobiliare ha per molto tempo vissuto “anni d’oro”. Il boom, forse anche un poco di bolla, condizioni al contorno comunque favorevoli hanno contribuito (dagli anni ’80 sino a metà degli anni Duemila) ad uno sviluppo praticamente continuo e sicuro del numero delle compravendite

Una relativa “facilità” nell’ottenere mutui ha spinto il settore a crescere in modo deciso.
Situazioni come questa, in cui la competizione c’è ma è come sopita (in quanto tutti vendono/producono/hanno successo/comunque sopravvivono), generano guasti nella cultura d’impresa.

Non sto dicendo che l’impresa deve giocoforza nascere dalla competizione, e non invoco la selezione di Darwin come una sorta di “male necessario”. Ma la realtà è sotto gli occhi di tutti.

Più d’una generazione di operatori immobiliari è cresciuta con l’idea che il settore fosse una sorta di gallina dalle uova d’oro. Da spremere e sfruttare ad libitum, tanto “si vende sempre e comunque”.

« Leggi il seguito di questo articolo »

La fine dei dinosauri e il marketing immobiliare (digitale)

aprile 3, 2015 § Lascia un commento

dino

Il sondaggio realizzato da Raffaele Racioppi, esperto di MLS di casa.it, che abbiamo recentemente commentato, ha mostrato ancora una sostanziale insofferenza da parte degli agenti immobiliari verso l’innovazione.

Il dato che fa più pensare è quello relativo alle abilità richieste dalla professione: per il 42% degli agenti immobiliari intervistati è la “conoscenza del mercato” a far da guida. Solo l’1% ritiene che la tecnologia abbia un ruolo e un valore.

Ecco, non si pretende che gli agenti immobiliari divengano geek smanettoni, in grado di padroneggiare con sicurezza codici html, campagne di seeding e robe similari: però l’attitudine va studiata e, per quanto possibile, cambiata.

Il più grande ritardo della categoria non è di carattere economico-finanziario, ma di mentalità.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Agenti immobiliari allo specchio

marzo 27, 2015 § Lascia un commento

magritte_doppio

Qualche giorno fa è stato pubblicato un sondaggio interessante sul mondo immobiliare italiano, condotto dal bravo Raffaele Racioppi, formatore e consulente.Il panel è di quelli degni di nota, quasi 1000 persone, tutti agenti immobiliari.

Il 70% degli intervistati lavora nel classico ufficio “fronte strada”. Quasi il 70% lavora da solo, mentre circa il 25% fa parte di un franchising network.

Quasi la metà delle realtà sono sotto le 3 persone di organico. Dato che conferma la parcellizzazione e la dimensione da PMI per l’industria immobiliare italiana.

Veniamo alle attività promozionali: i portali verticali rivestono ancora un ruolo molto importante, altri strumenti “tradizionali” sono ancora molto utilizzati (volantino, annunci su quotidiano, il cartello vetrina, la collaborazione con altri colleghi). In crescita l’uso dei social network, che procurano vendite per il 44% degli intervistati.

« Leggi il seguito di questo articolo »

I cambiamenti climatici e il marketing immobiliare

marzo 6, 2015 § 2 commenti

glo

Il clima della Terra sta cambiando, è cosa risaputa. Si tratta del cosiddetto “global warming”, il riscaldamento globale.

Secondo Wikipedia, I modelli climatici elaborati dall’IPCC indicano un potenziale aumento della temperatura, durante il XXI secolo, compreso tra 1,4 e 5,8 °C. La Nasa, con un breve video di 26 secondi, mostra l’evoluzione del Global Warming negli ultimi 131 anni, evidenziando un’impennata delle temperature soprattutto negli ultimi 2 decenni. In generale, oltre allo scioglimento dei ghiacci nei ghiacciai e nelle calotte polari con conseguente innalzamento del livello dei mari e riduzione delle terre emerse, un aumento della temperatura significa un aumento dell’energia presente nell’atmosfera e quindi eventi meteorologici estremi (quali cicloni, alluvioni, siccità, ondate di caldo e di gelo ecc.) di maggior numero con una maggior violenza.

Una delle zone più a rischio, tra le tante destinate a perdere terreno nei confronti dei mari, è la Florida.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dal Link Building alle Digital PR

febbraio 20, 2015 § Lascia un commento

Digital-PR

Oggi partiamo dall’assunto che un forte impatto di comunicazione non dipende da enormi budget ma da un approccio di marketing innovativo.

Sono le idee – come diceva Hegel – ad avere mani e piedi.

E così anche nella comunicazione immobiliare on line.

Il vecchio concetto di “link building” è ampiamente superato. Google stessa penalizza tale pratica se condotta alla “vecchia maniera”, e quindi:

● scambio link
● network di link
● article marketing
● acquisti in massa

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria immobiliare su Marchètting.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 86 follower