Rotta sul Vendée Globe

giugno 18, 2015 § Lascia un commento

Tuilik

giugno 17, 2015 § 1 commento

tu2

Il Tuilik è la tradizionale giacca stagna che permette al pagaiatore Inuit di essere un tutt’uno col suo kayak e contribuisce a rendere così caratteristico il suo aspetto quando è in mare. Il tuilik, chiuso con un cappuccio intorno al viso, ai polsi e attorno al pozzetto non lascia passare acqua e consente di rimanere asciutti anche quando occorre eseguire un roll per recuperare la posizione dopo un rovesciamento.

Tuilik è anche il nome di una nuova realtà che propone un modo consapevole e sicuro di andare per mare navigando lungo il litorale a bordo di un kayak.

Il kayak, citato nei trattati di archeologia navale come un archetipo tra le imbarcazioni, è l’unica barca rimasta inalterata nei millenni. Anticamente era utilizzato per la caccia, oggi risulta la barca più adatta e sostenibile per entrare in sintonia con la natura in modo immediato e per una sana pratica sportiva.

La sede di Tuilik è a Milano perché Guido Grugnola, che ne è il fondatore, considera questa città un Porto Strategico che consente di imbarcarsi dal Quarnaro, alla Sardegna e al Golfo del Leone a seconda delle condizioni. L’attività comprende: corsi, esplorazioni e la vendita di attrezzatura.

Con OPLAY Communication ci occuperemo di far conoscere anche in Italia il kajak in mare, la nuova frontiera della nautica sostenibile.

labeCamp 2015 fa i conti col giornalismo ambientale

aprile 29, 2015 § Lascia un commento

labecamp15

A Fare i conti con l’ambiente arriva un ulteriore momento di incontro e scambio di conoscenze e saperi: il labeCamp, non-conferenza prevista per il 22 maggio, vedrà la partecipazione di blogger, giornalisti, esperti ed appassionati di ecologia, tutti accomunati dalla voglia di praticare “conversazioni sostenibili”. Il labecamp sarà coordinato da Antonio Pergolizzi, coordinatore Osservatorio Ambiente & Legalità di Legambiente. Noi ci saremo con Andrea e OPLAY Communication, a dare voce anche a questo evento nell’evento.

Il patrocinio e il cappello sarà quello di Novambiente.it

Tema di partenza:
Strumentalmente parliamo di “tema di partenza” in quanto lo svolgimento del camp sarà dinamico e fluido e i temi si succederanno uno dentro l’altro come frattali che crescono e muoiono dando vita a nuove discussioni. Una sorta di “stream of consciousness” alla maniera di Joyce, tenendo comunque ben presente il “cappello” originario e primario, Denuncia Vs puro allarmismo: dove va il giornalismo ambientale?

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dal Link Building alle Digital PR

febbraio 20, 2015 § Lascia un commento

Digital-PR

Oggi partiamo dall’assunto che un forte impatto di comunicazione non dipende da enormi budget ma da un approccio di marketing innovativo.

Sono le idee – come diceva Hegel – ad avere mani e piedi.

E così anche nella comunicazione immobiliare on line.

Il vecchio concetto di “link building” è ampiamente superato. Google stessa penalizza tale pratica se condotta alla “vecchia maniera”, e quindi:

● scambio link
● network di link
● article marketing
● acquisti in massa

« Leggi il seguito di questo articolo »

Liberi dal Sistema

gennaio 28, 2015 § Lascia un commento

presentazione

Con OPLAY e Andrea stiamo curando la campagna stampa del testo scritto da Enrico Caldari di Q Institute

“La nostra società ha smesso da tempo di funzionare come dovrebbe, e ogni giorno ci chiediamo come possiamo fare qualcosa per cambiarla, per noi e per i nostri cari. Lo scopo di questa guida è portarci a comprendere quali meccanismi muovono davvero il Sistema, e darci stimoli e strumenti concreti per iniziare a cambiarlo.”

Enrico Caldari

Vendée Globe 2016

dicembre 15, 2014 § Lascia un commento

Tre mesi in solitaria e senza assistenza in giro per gli oceani del Pianeta.

Definita l’Everest dei velisti, la Vendée Globe è la sfida sportiva in assoluto più difficile al mondo.

Andrea Mura si prepara ad affrontarla, con una nuova imbarcazione (IMOCA 60), io lo aiuterò a raccontarla…

Ripulire la propria web reputation

giugno 5, 2014 § Lascia un commento

web_rep

Gli amici di eXtrapola, azienda leader in Italia nel media monitoring, hanno tradotto e rielaborato il libro “Spin Sucks” di Gini Dietrich.

QUI c’è il LINK. Interessante (e quasi banale) come non sia possibile – tranne in rari casi – cancellare risultati “negativi” ma occorra letteralmente spingerli via dai primi posti dei motori di ricerca attraverso un’adeguata content strategy.

E come disse un giorno Warren Buffet: “Se perdi dei soldi per l’azienda potrò capire, se perdi la reputazione sarò spietato”.

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria pierre su Marchètting.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 97 follower