European exchange on Collection and Management of Municipal Solid Waste.

agosto 20, 2015 § Lascia un commento

header-capitali

Con Andrea e OPLAY Communication ci stiamo occupando della comunicazione di ATIA ISWA Italia, l’associazione che riunisce i tecnici gestori dei rifiuti nel nostro paese.

Il 20 ottobre è in calendario l’incontro con le capitali europee sul ciclo dei rifiuti urbani. Dopo il grande successo dell’edizione 2014 che suscitò notevole interesse mediatico perché, per la prima volta, dati e differenti metodi gestionali potevano essere raffrontati e valutati con un approccio internazionale, AMA promuove il nuovo appuntamento che ATIA ISWA organizza estendendo l’invito anche alle città di Varsavia, Atene e Amsterdam.

QUI tutte le info.

Ecomafie: per ATIA ISWA servono norme certe per combattere l’illegalità

luglio 7, 2015 § 1 commento

ecomafie

Con OPLAY Communication ci stiamo occupando della comunicazione di ATIA ISWA Italia, l’Associazione che riunisce i tecnici gestori dei rifiuti sul territorio nazionale. In occasione del rilascio del Rapporto Ecomafie di Legambiente abbiamo fatto insieme questa riflessione…

Le Ecomafie sembrano inarrestabili: nel 2014 il giro d’affari collegato ai reati ambientali ha superato quota 22 miliardi. Stiamo parlando di 7 miliardi in più rispetto al 2013. Quasi 30.000 i reati accertati, 80 al giorno, 4 ogni ora. Numeri allarmanti. Il settore dei rifiuti fa registrare l’incremento più alto (+26%), anche il ciclo del cemento non è da meno (+4.3%).

Il Rapporto Ecomafie di Legambiente non lascia molto spazio alle interpretazioni: il business illegale collegato all’ambiente è assolutamente vivo e vegeto. La Puglia è al primo posto della classifica regionale degli illeciti. Il Lazio è la prima regione del centro Italia, la Liguria la prima del nord mentre la Lombardia è al numero 1 per le indagini sulla corruzione.

ATIA ISWA, l’Associazione che riunisce i tecnici gestori dei rifiuti in Italia, ribadisce che non basta investire in attività virtuose come la raccolta differenziata: servono impianti di recupero senza i quali lo sforzo quotidiano dei cittadini risulta vano e paradossale. L’illegalità è anche il frutto di norme incomprensibili e ambigue, che strozzano le imprese pubbliche e private per favorire indirettamente quelli “invisibili” e collegate al crimine.

Raccogliamo testimonianza diretta di Paola Muraro, Presidente di ATIA ISWA ITALIA: “Il governo interviene sul caso Monfalcone con decreto ad hoc ma non interviene per risolvere le criticità, riscontrate sulla caratterizzazione dei rifiuti in seguito all’entrata in vigore della normativa europea, che stanno mettendo in ginocchio le imprese che producono rifiuti. Faccio appello al ministro Galletti che intervenga quanto prima sulla vicenda. Questo aspetto di certo non interessa le aziende che gestiscono illecitamente; queste continuano a commettere reati in quanto ” invisibili”.

ATIA ISWA è disponibile a fornire il proprio contributo tecnico e di pensiero per una soluzione che vada a tutelare tutte quelle Aziende che invece hanno sempre agito nel massimo rispetto dell’ambiente e della normativa di settore.”

« Leggi il seguito di questo articolo »

Fare i conti con l’ambiente: bilancio positivo per l’edizione 2015

maggio 25, 2015 § 2 commenti

fareiconticonambiente

Si è conclusa l’ottava edizione di “Fare i conti con l’Ambiente”, Festival formativo su rifiuti, acqua, energia, bonifiche e sviluppo sostenibile. Ennesimo successo, qualità degli interventi e incremento nel numero dei partecipanti. Con OPLAY abbiamo ne seguito la comunicazione, documentandone anche in tempo reale i momenti principali.

Tre giornate con 50 iniziative a kilometri zero: si è svolto infatti interamente nel centro storico pedonale di Ravenna all’interno di 12 sale attrezzate e ha previsto non solo conferenze a tema ma anche seminari di formazione (denominati labmeeting) e workshop in grado di abbracciare tutti i segmenti di attualità tecnico-scientifica del settore rifiuti, acqua, energia, bonifiche e sostenibilità ambientale.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Geopolitica, emergenze ambientali, buone pratiche e comunicazione al centro della riflessione di #Ravenna2015

aprile 21, 2015 § Lascia un commento

rave15

La riflessione sul ruolo dell’uomo e sul suo impatto sulla natura, il consumo delle risorse e la geopolitica: si aprirà così l’ottava edizione di “Fare i conti con l’Ambiente”, singolare e ormai consueto appuntamento in Ravenna assurto a festival formativo green di caratura nazionale, di cui seguiamo la comunicazione con Andrea e OPLAY. Sarà Lucio Caracciolo, giornalista e saggista, editorialista di Repubblica e L’Espresso ma soprattutto fondatore e direttore responsabile di Limes, ad aprire le danze con una conferenza prevista per mercoledì 20 maggio alle ore 18.30.

“Fare i conti con l’Ambiente” si svilupperà quindi – su tre giornate, fino al 22 maggio compreso – con oltre 50 iniziative a kilometri zero: si svolge infatti interamente nel centro storico pedonale di Ravenna all’interno di 12 sale attrezzate e prevede non solo conferenze a tema ma anche seminari di formazione (denominati labmeeting) e workshop in grado di abbracciare tutti i segmenti di attualità tecnico-scientifica del settore rifiuti, acqua, energia, bonifiche e sostenibilità ambientale.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Ancora conversazioni sostenibili a Ravenna

marzo 18, 2010 § Lascia un commento

Prenderà il via il 29 settembre (con chiusura il 1 ottobre) Ravenna2010, evento a km zero (si svolge interamente nel Centro Storico pedonale di Ravenna all’interno di 12 Sale attrezzate, in Piazza del Popolo e nelle principali vie del Centro Storico) sui temi della sostenibilità ambientale e sulle buone pratiche in tema rifiuti/acqua/energia.

La tre giorni ravennate – giunta alla terza edizione – si conferma così come una delle manifestazioni/evento più originali nel panorama italiano, basata su un format che miscela sapientemente contenuti dall’alto valore tecnico-scientifico calati all’interno di un “palcoscenico” particolare come il centro storico della città.

Originale – ed efficace – è anche lo sviluppo “dal basso” dell’iniziativa, che prevede il coinvolgimento di tutti gli attori coinvolti (istituzioni, associazioni di categoria, imprese, etc..) attraverso la regia di labelab (www.labelab.com), il laboratorio per la gestione dei rifiuti, dell’acqua, dell’energia, operante dal 2001 nel settore dei servizi pubblici locali con un team di 50 professionisti nazionali ed internazionali con esperienza decennale nel settore.

Ravenna2010 mantiene il carattere OPEN sperimentato nelle edizioni precedenti: tutti gli eventi saranno infatti gratuiti, con l’esclusione dei corsi di formazione (LabMeeting).

Maggiori info sul blog

Conversazioni sostenibili a Ravenna

luglio 14, 2009 § 2 commenti

Rave-

Sono aperte le iscrizioni per Ravenna2009, festival su rifiuti, acqua ed energia, che si terrà nella bella città emiliana romagnola dal 30 settembre al 2 ottobre 2009.

Molto ricco il programma, che bissa il successo dello scorso anno:

5 Conferenze – Costituiscono l’evento principale della 3 giorni di Ravenna con il contributo del mondo delle scienze economiche, dell’impresa, della cultura, della tecnologia, dei media. La conferenza finale, quella che presenta le 2009 Buone Pratiche, vedrà la partecipazione di Luca Conti in qualità di moderatore.
16 Workshop – Costituiscono momenti di dialogo tra esperti dei singoli settori organizzati con la collaborazione di “reti esterne” e da importanti istituzioni, associazioni e imprese operanti nel settore dei rifiuti, acqua, energia (Regione Emilia-Romagna, ANCI Emilia Romagna, UNCEM, Conai, Consorzio di Bacino Padova 2, Bureau Veritas Italia, CAT, Centre for Alternative Technology, CISE – Centro per l’Innovazione e lo Sviluppo Economico, ERVET, Emilia-Romagna Valorizzazione Economica Territorio SpA, International Water Convention, Confindustria Ravenna, CNA, Confartigianato, Azienda Speciale S.I.D.I. – Eurosportello, CCIAA Ravenna, Cielo Buio) con protagonisti i principali decisori politici e tecnici a livello nazionale (oltre 90 relatori);
20 Labmeeting – Si tratta di veri e propri momenti formativi e di approfondimento relativi a tematiche di interesse per operatori, professionisti, enti locali, svolti con l’ausilio di software dedicati e case-studies. Sono suddivisi in 5 percorsi tematici, si alterneranno come docenti 80 tra i maggiori esperti provenienti dalle principali istituzioni, centri di ricerca, aziende, società di progettazione e consulenza.
8 Eventi Culturali – Ricerca, conoscenza, innovazione, arte e cultura intesi come terreno ideale dal quale far partire un nuovo modo di pensare, agire e di comunicare. Le opere di artisti, le innovazioni delle aziende, le nuove forme di comunicazione sono alla base della proposta degli eventi culturali.

Il tutto con un approccio “open”, non commerciale, non fieristico, ma realmente conversazionale.

C’è un sito e c’è anche un blog.

Rifiuti, acqua ed energia: se ne parla sul blog di labelab. Senza filtri.

gennaio 28, 2009 § Lascia un commento

labeblog1

[inizio post autoreferenziale]

labelab è un’azienda di amici situata a Ravenna che dal 2001 si occupa di gestire 3 portali tematici (rifiutilab.it, acqualab.it, energialab.it), oltre che di realizzare consulenze ad enti ed aziende su rifiuti, acqua, energia e sviluppo sostenibile. Nel 2008 labelab ha organizzato uno dei più importanti avvenimenti italiani sul tema dello sviluppo e dell’ecologia (Ravenna 2008), in cui sono state presentate centinaia di buone pratiche in una sorta di fiera/festival “a cielo aperto” su rifiuti, acqua ed energia.
La necessità di incrementare e rendere sempre più “trasparente” e “bidirezionale” la comunicazione dell’azienda ha portato il management a valutare lo strumento del blog come piattaforma ideale attraverso la quale avviare e proseguire un dialogo con clienti, utenti finali, stakeholder, giornalisti, curiosi, simpatizzanti e non.
Da oggi è così possibile interagire in maniera “non mediata” (i commenti sono aperti) con l’azienda a www.labelab.it/blog. Il blog metterà in evidenza le principali novità “corporate”, gli eventi, le nuove realizzazioni di labelab in termini di prodotti e servizi, le tendenze e le news dal mercato e dal mondo dell’acqua, dell’energia e dei rifiuti.
Labeblog nasce quindi con l’intento di diventare un’agorà in cui confrontarsi e scambiare idee, opinioni, realizzazioni, progetti: a supportare la vocazione “sociale” dell’azienda sono anche i canali YouTube, Twitter, Facebook e Flickr, affinchè la condivisione di materiali riguardi davvero tutto l’universo di labelab.

[fine post autoreferenziale]

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag rifiuti su Marchètting.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 102 follower